Articles Comments

Geotecnica e Ingegneria » Archive

Italy the Extraordinary Commonplace

Il Vice Ministro Calenda ha mostrato in anteprima a Davos un video – che il Ministero e ICE hanno prodotto – per evidenziare i nostri punti di forza e sfatare alcuni dei principali luoghi comuni sull’Italia, cioè che il Made in Italy sia in grado di esprimere solo prodotti della moda e del design, oltre che naturalmente agroalimentari. Il video “ITALY THE EXTRAORDINARY COMMONPLACE” confuta gli stereotipi sull’Italia e la racconta dunque quale essa è, cioè un grande produttore di beni tecnologici, secondo esportatore europeo nel settore meccanica e automazione.   … Read entire article »

Filed under: Giovani, MISCELLANEA, Università

John Burland spiega le basi della Meccanica delle Terre

Chi è John Burland? scoprilo su wikipedia Il Prof. John Burland, famoso in Italia per aver partecipato ai lavori della Commissione Tecnica che ha consolidato la Torre di Pisa, ha girato 5 video nel corso dei quali spiega in semplicità alcuni concetti basilari della Meccanica delle Terre. what is soil mechanics? the particulare nature of soil the effect of gravity on soil strength the effect of particle size on soil strength the effect of water on soil strength                               … Read entire article »

Filed under: CORSI UNIVERSITA', Geotecnica, Geotecnica e Laboratorio (IEA), Università

Fascinating Geotechnical Engineering News in 2014

da www.geoengineering.org   Nel video sono raccolti, mese per mese del 2014, i principali eventi, positivi e negativi, naturali ed antropici, occorsi nel 2014. Dalla visione emerge ancora una volta l’importanza dell’ingegneria geotecnica nella comprensione di molti fenomeni naturali e nella progettazione di opere civili e ambientali.   … Read entire article »

Filed under: Geologia, Geotecnica, Ingegneria Ambiente e Territorio, Ingegneria Civile, Ingegneria Edile, Ingegneria sismica

Lauree triennali gratuite: la proposta del Rettore di Bologna

da www.ilgiornale.it   Il rettore Ivano Dionigi, durantre il discorso inaugurale dell’anno accademico, si è rivolto direttamente al premier Matteo Renzi e ai membri del Governo presenti alla cerimonia:lauree triennali gratuite. Una progetto simile era arrivato nei giorni scorsi dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Dopo la sanità pubblica, oltreoceano si pensa di allargare a tutti (e soprattutto alle classi meno abienti) la possibilità di avere un’istruzione completa. Certo, almeno per quanto riguarda il nostro Paese, servirebbero moltissimi fondi (che, ovviamente, non ci sono): infatti, i costi per lo Stato aumenterebbero vertiginosamente, anche se, una tale misura, porterebbe ad un reale incremento culturale del Paese ed un abbassamento dell’abbandono scolastico. La soluzione del rettore dell’Università di Bologna al momento riguarda solo la laurea triennale e non la magistrale, il costo sicuramente oneroso per la macchina … Read entire article »

Filed under: Università

Miur, il bando per fare rientrare 24 ricercatori.

da www.ilfattoquotidiano.it   Cinque milioni di euro per riportare in Italia 24 cervelli in fuga. Con un progetto di ricerca ben finanziato prima, e soprattutto la certezza di una cattedra da professore per il futuro. Il Ministero dell’Istruzione ha emesso il nuovo bando del “Programma Montalcini”, iniziativa dedicata ai giovani ricercatori italiani e stranieri. La firma del decreto è stato uno degli ultimi atti del 2014 del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e darà i suoi frutti nell’anno in corso. Il programma Montalcini, intitolato alla scienziata e senatrice a vita scomparsa nel 2012, esiste dal 2009 e ha vissuto alterne vicende. Partito in realtà da un finanziamento superiore a quello attuale (per la prima edizione era di sei milioni di euro), negli anni successivi ha conosciuto ritardi e rallentamenti, come nel 2011 quando … Read entire article »

Filed under: Università

Rifiuti in discarica, Europa e Italia a due velocità

da LINKIESTA.IT   La raccolta e lo smaltimento dei rifiuti meno funzionano e più si pagano. Oltre che un grave problema ambientale e di salute pubblica la gestione della cosiddetta “monnezza” e lo smaltimento in discarica rappresenta per le casse dei cittadini una spesa che negli utlimi anni è stata sempre più salata. Non è un mistero che negli ultimi 6 anni tra Tares, Tarsu e Tia, i costi – come ha riportato un dossier di CittadinanzAttiva – sono pressoché raddoppiati a Salerno (+98%) e Reggio Calabria (+96%). Aumenti record anche a Napoli (+87%), Bari (+63,5%), Trapani (+55%), Roma (+53%), Avellino (+51%). Prima del salasso Tares sono arrivate Tarsu e Tia (andate in pensione nel 2012), hanno visto un incremento del 2,8% su base nazionale rispetto allo stesso 2012. Il record a Bari (nel 2012 la Tarsu è aumentata del 30% rispetto al 2011), seguita da Messina … Read entire article »

Filed under: Ingegneria Ambiente e Territorio, MISCELLANEA

Università, metodi all’altezza di comunità serie e civili

da www.lastampa.it   Gentile Direttore, Le scrivo di getto, portata da un moto di indignazione che, però, non è un lampo di rabbia improvvisa. È, invece, l’espressione di un pensiero lungamente coltivato, nutrito quotidianamente nello svolgimento del mio mestiere. È anche l’espressione di un dolore, di frustrazione e disagio, come pure di voglia di fare e di speranza. Sono un’accademica appena quarantenne in Diritto pubblico comparato all’Università di Macerata, formatasi in Italia e negli Stati Uniti, prima al Boston College, poi a Harvard, infine a Yale. Ho deciso di scriverLe dopo aver letto delle difficoltà che l’Università di Bari sta attraversando nel valutare se il divieto di assumere nello stesso ateneo i parenti fino al quarto grado dei docenti già in ruolo si estenda anche alle mogli e ai mariti. Come docente di un’università … Read entire article »

Filed under: Università

Erasmus, si parte per studiare … si finisce cercando lavoro

da www.ilfattoquotidiano.it   Più conosci il mondo, meno lo temi e più hai voglia di esplorarlo. Se poi in Italia fai fatica a sbarcare il lunario, ancora di più. Non è un caso dunque che chi ha vissuto un’esperienza di studio all’estero, dopo la laurea è più propenso a cercare lavoro in un altro Paese. Così il presente, anche se precario, ti fa sentire ancora il terreno sotto i piedi, il futuro fa meno paura, e non rimandi la carriera a data indefinita. I numeri ne sono la prova. Secondo un’indagine AlmaLaurea, nel 2013 il 48% dei laureati ha ammesso di voler intraprendere un percorso professionale oltreconfine e di questi la stragrande maggioranza (il 74%) aveva già partecipato a un programma europeo. Il più gettonato l’Erasmus. Non solo. Il trend di chi prende … Read entire article »

Filed under: Giovani, Mobilità nel mondo, Università

Lo scienziato italiano che scopre i falsi dei colleghi

da www.corriere.it   Enrico Bucci la chiama la «wikileaks della scienza». È un sito scarno, incomprensibile ai non specialisti: battezzato Pub-peer (pubpeer.com), contiene segnalazioni anonime su articoli scientifici ritenuti «sospetti». Bucci, biologo napoletano ed ex ricercatore del Cnr, è partito da lì per indagare la correttezza della scienza italiana. E insieme cercare il possibile antidoto a un problema che preoccupa la comunità dei ricercatori (non solo in Italia): il diffondersi crescente di frodi scientifiche. «Ho analizzato circa 3.500 lavori biomedici segnalati su Pubpeer – denuncia -, quelli firmati da italiani sono 565: l’Italia è il secondo Paese dopo gli Usa in termini assoluti, ma il primo in percentuale sulla produzione scientifica. E l’università con la maggior percentuale di segnalazioni è la Federico II di Napoli» (dove Bucci si è formato). Il luminare suicida Il … Read entire article »

Filed under: Università

Ingegnere (e mamma) alla NASA

da www.ilfattoquotidiano.it   L’essere diventata madre prima dei 30 anni per Maria Paola Clarizia non è stato un ostacolo al successo. Neanche con una carriera alla Nasa e una missione sui cicloni tropicali da portare a termine. Oggi, che ha 31 anni e suo figlio 4, si rende conto che è stata fortunata e il suo destino non sarebbe stato la stesso se fosse rimasta in Italia. “Quando ho fatto il colloquio per entrare nel team della Nasa non mi hanno chiesto se ero sposata, avevo figli o avevo intenzione di farne. Sono stata io, alla fine, a precisare che ero già madre di un bimbo piccolo, che ho un compagno con un lavoro a tempo indeterminato a Southampton, dove viviamo, e che non mi sarei potuta trasferire negli Stati Uniti. E … Read entire article »

Filed under: Giovani, Mobilità nel mondo